Matteo Mecacci presenta Soundreef Mens Sana-Fcl Contract Legnano

Si torna a giocare la PalaEstra e domenica la Soundreef Mens Sana affronterà la Fcl Contract Legnano, quarta in classifica, alle ore 18.00.

Alla vigilia della gara, coach Matteo Mecacci presenta la sfida.

“Ospitiamo una squadra stabilmente tra le prime quattro posizioni in classifica dall’inizio del campionato. Ha ottenuto la qualificazione matematica ai playoff e sta lottando per un quarto posto nella griglia, che certificherebbe la bontà del campionato fatto dalla squadra di Ferrari. Nelle ultime tre partite Legnano ha dovuto fare a meno, in maniera alternata di Martini e Maiocco che non saranno presenti domenica al PalaEstra. Nonostante questo, hanno vinto due partite casalinghe e se la sono giocata fino alla fine su un campo difficile come quello di Scafati. Una squadra che verrà a Siena forte di una struttura e di un’identità ben precisa, di un gioco corale su cui spiccano le individualità di Raivio e Zanelli tra gli esterni e Mosley tra i lunghi. Una squadra molto perimetrale, che apre il campo con Pullazzi, con Toscano e con lo stesso Tomasini e si affida alla verticalità e alle rollate di Mosley per far male alle avversarie nel cuore dell’area. Una squadra difficile da affrontare, in un finale di stagione che per noi è in salita, ma dove abbiamo ben chiaro l’obiettivo di evitare di essere invischiati nei playout. Una partita da vincere, ma tutt’altro che facile”.

Come si è allenata la squadra questa settimana?

“I ragazzi si sono allenati con la solita professionalità di sempre, perché sono i primi a tenerci e sono consapevoli che prima riusciamo ad acquisire la salvezza matematica, prima possiamo toglierci di dosso la pressione. Abbiamo preparato la partita in maniera attenta ed analitica, ma abbiamo dovuto fare a meno di Borsato, che ha provato ad allenarsi alcuni minuti nell’allenamento di giovedì, ma che accusa un fastidio importante ad un muscolo della gamba destra e sarà valutato di ora in ora dallo staff fisioterapico per cercare di metterlo in piedi per la partita di domenica”.

Quale sarà la chiave della partita?

“Il punto di forza di Legnano è senza dubbio il blocco sulla palla in maniera dinamica, utilizzando situazioni di uscite, di blocchi lontano dalla palla per innescare le rollate di Mosley, che è uno dei lunghi più veloci e abili a schiacciare di tutto il campionato, aprendo il campo con quattro tiratori. Inoltre l’assetto senza Martini, con Tomasini in quintetto, consente di avere tre ball handlers sul campo in grado di trattare la palla e innescare, dopo le loro collaborazioni, il penetra e scarica. Ha un fortissimo impatto da tre punti e per questo dovremo essere bravi a disinnescare il perimetro, sapendo che Mosley per noi rappresenta un mismatch e ci farà più male che le altre squadre”.